Comune di San Pietro Viminario

Ufficio Servizi Sociali

Aree d’intervento:
- area anziani
- area disabilità
- area minori
- interventi economici

Area anziani

ASSISTENZA DOMICILIARE
L’assistenza domiciliare è un servizio di aiuto alle persone in particolare stato di bisogno. Il servizio ha come obiettivo primario quello di sostenere la famiglia nel consentire il mantenimento della persona nel proprio ambiente di vita prolungando la sua autonomia. Nello specifico le prestazioni comprendono l’aiuto nel governo della casa, l’igiene e la cura della persona. Il servizio è rivolto a tutte le persone di qualsiasi età (o nuclei familiari) residenti, che presentino situazioni problematiche di natura fisica e/o psichica, tali da impedire la gestione delle fondamentali esigenze di vita, sia dal punto di vista relazionale, domestico, igienico sanitario e/o altro.
Modalità di accesso
La richiesta deve essere inoltrata dalla persona o da altri soggetti di riferimento su apposito modulo predisposto dall’Ufficio Servizi Sociali.
L’ammissione al servizio viene stabilita tenendo conto di opportuni parametri: effettiva necessità, rete familiare, condizioni fisiche e situazione economica.
Il servizio può essere gratuito o prevedere una quota di compartecipazione da parte degli utenti in relazione alla condizione economica del nucleo familiare anagrafico presso il quale vive il soggetto destinatario del servizio.

SERVIZIO DI TELESOCCORSO E TELECONTROLLO
Il telesoccorso è un servizio che consente di chiamare numeri di emergenza semplicemente con un tasto, è quindi destinato a prestare soccorso in caso di bisogno attivando tutte le persone (familiari,vicini) o servizi (di pronto intervento), che si rendano necessari. Il telecontrollo consiste nel ricevere settimanalmente una o più telefonate da operatori del servizio, che permettono all’anziano di socializzare e di effettuare contemporaneamente una prova tecnica dell’apparecchio.
Destinatari del servizio sono gli anziani autosufficienti e non, che vivono soli o per i quali è elevato il rischio di caduta o di malessere.

MODALITA’ DI ACCESSO
La domanda va inoltrata all’Ufficio Servizi Sociali su appositi moduli prestampati.

SOGGIORNI CLIMATICI PER ANZIANI
Nel periodo estivo (giugno – luglio) vengono organizzati i soggiorni climatici in località marine rivolti agli anziani residenti e non nel territorio comunale.
L’iniziativa ha lo scopo di favorire l’integrazione degli anziani, favorendo contatti e rapporti sociali atti a stimolare l’operatività degli stessi, offrendo loro un’occasione di recupero fisico-psichico. Il Comune interviene sulle spese di soggiorno, a favore degli anziani residenti, con un contributo a copertura delle spese.
Modalità di accesso
La domanda va presentata ai Servizi Sociali generalmente nel mese di maggio, come specificato nella locandina pubblicamente affissa.

INSERIMENTO IN STRUTTURA (casa di Riposo e Centro Diurno)
Il ricovero in Casa di Riposo consiste nell’inserimento di una persona presso una struttura residenziale. Il servizio è proposto alle persone anziane non autosufficienti e/o diversamente abili quando non è più possibile per loro rimanere nella propria abitazione nonostante i programmi messi in atto per assicurarne l’assistenza necessaria. L’accesso alla graduatoria per l’inserimento in Casa di Riposo avviene su proposta di una commissione socio-sanitaria (U.V.M.D.) che valuta la richiesta e formula un progetto sulla base della situazione sanitaria e sociale della persona. L’attivazione della U.V.M.D. può essere predisposta dal medico di base, dall’assistente sociale o direttamente dai familiari rivolgendosi al Distretto Socio Sanitario territoriale. La retta viene di norma ripartita tra l’anziano e gli eventuali parenti secondo i loro redditi. In caso di assenza di parenti o impossibilità dell’anziano e dei parenti stessi di intervenire economicamente, è possibile rivolgersi all’Ufficio Servizi Sociali per presentare la richiesta di integrazione della retta su apposito modulo.

AGEVOLAZIONE DI VIAGGIO SU TRASPORTI PUBBLICI URBANI
Trattasi di agevolazioni tariffarie su mezzi di trasporto pubblico urbani per i cittadini appartenenti alle fasce deboli dell’utenza. Il servizio viene erogato in convenzione con la provincia di Padova ed è destinato ai pensionati con più di 60 anni e pensione non superiore al minimo INPS. Possono usufruire altresì invalidi e portatori di handicap con grado di invalidità superiore al 67%, ciechi civili, sordomuti, minori beneficiari di indennità di accompagnamento e gli esercenti la patria potestà, mutilati e invalidi di guerra o del lavoro con grado di invalidità pari o superiore all’80%.
MODALITA’ DI ACCESSO
La richiesta della tessera agevolata deve essere inoltrata alla Provincia di Padova – Area Trasporti – P.zza Antenore 3, 35121 Padova, unitamente a 2 foto tessera, fotocopia del documento di identità, documentazione comprovante l’invalidità o il reddito minimo, versamento di una quota stabilita dalla Provincia.

CARTA OVER70
Iniziativa provinciale rivolta ai cittadini residenti in tutta la provincia di Padova con un’età pari o superiore ad anni 70: essi potranno ricevere una tessera identificativa nominativa che permette di viaggiare liberamente su tutte le linee extraurbane di SITA, di APS Holding e Bonaventura Express. L’agevolazione ha validità durante gli orari dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 14.30 fino al termine del servizio in tutti i giorni della settimana e senza limitazioni di orario nelle giornate festive.
MODALITA’ DI ACCESSO
La richiesta della tessera agevolata deve essere inoltrata alla Provincia di Padova – Area Trasporti – P.zza Antenore 3, 35121 Padova, attraverso il comune di San Pietro Viminario su apposito modulo, fotocopia del documento di identità e versamento di una quota stabilita dalla Provincia.

SERVIZIO TRASPORTO
Si tratta di un servizio gratuito attivato per tutti i cittadini soli o con debole rete parentale residenti nel territorio effettuato da personale comunale. Il servizio comprende:
- trasporto A/R presso strutture ospedaliere e centri convenzionati
- trasporto sociale per commissioni e spesa alimentare
- trasporto per attività di riabilitazione

Area disabilità

SERVIZI PER DISABILI
Molti dei servizi erogati a favore dei disabili sono garantiti dall’Azienda U.L.S.S. 17 tuttavia la loro spesa è sostenuta economicamente dal Comune.
Nei servizi per disabili rientrano: il servizio sociale professione, il servizio di integrazione scolastica, il servizio inserimento lavorativo (SIL), l’inserimento presso i centri educativi occupazionali diurni (CEOD), il servizio trasporto ed eventuali contributi economici.

A favore delle persone disabili vengono attivati dal Comune
- l’Assistenza Domiciliare
- il servizio di trasporto

CONTRIBUTI PER ADATTAMENTO AUTOMEZZI PER PORTATORI DI HANDICAP
Si tratta di contributi che la Regione assegna attraverso il Comune, per modifiche effettuate su autoveicoli, in funzione delle minorazioni anatomiche e funzionali dei portatori di handicap (quali cambi automatici, leva, freno, etc..).
Possono essere concessi contributi fino ad un massimo del 50% della spesa riconosciuta ammissibile e ne sono beneficiari i soggetti con disabilità motoria certificata da apposita commissione medica.
MODALITA’ DI ACCESSO
La richiesta deve essere inoltrata dalla persona interessata all’Ufficio Servizi Sociali su apposito modulo prima dell’esecuzione dei lavori. Deve essere allegata la patente di guida, il certificato attestante la disabilità del richiedente e il preventivo di una ditta specializzata a effettuare i lavori.

Area minori e giovani

SOSTEGNO EDUCATIVO DOMICILIARE
L’intervento di Sostegno Educativo Domiciliare viene attivato per i minori, in situazione di temporanea difficoltà, a rischio di emarginazione e all’interno di nuclei familiari in condizioni di disagio. L’individuazione dei minori destinatari del servizio è avviata dall’Assistente Sociale in seguito ad una segnalazione proveniente dalla scuola o conseguentemente ad un avvicinamento da parte della famiglia ai Servizi per situazioni specifiche (richieste di sostegno economico, malattie di un familiare, altro…). Il minore è seguito individualmente o in gruppo da un educatore in collaborazione con l’Associzione Afi di Monselice in giorni e orari stabiliti presso il domicilio del minore stesso oppure presso la biblioteca del Comune. Le attività principali sono, oltre allo svolgimento dei compiti scolastici, tutte quelle che possono offrire al minore possibilità di integrazione e di apprendimento, educazione e svago.

CENTRI RICREATIVI ESTIVI
L’Amministrazione Comunale organizza annualmente i centri ricreativi estivi (CRE) per bambini/e e ragazzi/e delle scuole materne, elementari e medie. I CRE generalmente si realizzano nel mese di luglio, dal lunedì al venerdì con orario 8,00 – 12,30. Tale servizio offre la possibilità di socializzazione e svago per i ragazzi e di sollievo per i genitori.
MODALITA’ DI ACCESSO
Le iscrizioni vanno presentate all’Ufficio Servizi Sociali su apposito modulo, verso la fine del mese di maggio.

Interventi economici

ASSEGNO AI NUCLEI FAMILIARI CON ALMENO TRE FIGLI MINORI
Si tratta di un contributo erogato dall’INPS e concesso dal Comune per sostenere le famiglie numerose con reddito basso. L’assegno ai nuclei familiari numerosi è corrisposto per tredici mensilità, è necessario rientrare nei limiti di reddito, calcolato mediante l’ISE (Indicatore della Situazione Economica). Tale attestazione viene rilasciata dai CAF (Centri di Assistenza Fiscale). MODALITA’ DI ACCESSO
La domanda deve essere inoltrata all’Ufficio Servizi Sociali, su apposito modulo prestampato, entro il 31 gennaio dell’anno successivo a quello per cui è richiesta la prestazione.

ASSEGNO DI MATERNITA’
Si tratta di benefici economici erogati dall’INPS e concessi dal Comune, destinati alle donne residenti, cittadine italiane o comunitarie o in possesso di carta di soggiorno, che non beneficiano di altre indennità di maternità. L’assegno viene corrisposto per ogni figlio nato, adottato o in affidamento preadottivo. E’ necessario rientrare nei limiti di reddito previsti, calcolati mediante l’ISE (Indicatore della Situazione Economica). Tale attestazione viene rilasciata dai CAF (Centri di Assistenza Fiscale.
MODALITA’ DI ACCESSO
La domanda deve essere presentata, su apposito modulo, all’Ufficio Servizi Sociali entro 6 mesi dalla data di nascita del figlio.

ASSEGNO DI CURA Contributo a favore delle persone non autosufficienti
L’assegno di cura mira a sostenere la permanenza a domicilio delle persone non autosufficienti attraverso l’assegnazione di un contributo economico riconosciuto alla persona non autosufficiente di qualunque età ed erogato alla stessa ovvero al familiare o alla persona che ne garantisca adeguata assistenza e cura. La priorità viene data alle situazioni di maggior carico assistenziale, in particolare alle famiglie che assistono persone affette da demenza, di tipo Alzheimer o di altro tipo, accompagnata da gravi disturbi del comportamento, nonché alle famiglie che si avvalgono di badanti, assunte con regolare contratto di lavoro.
MODALITA’DI ACCESSO
Le domande devono essere inoltrate su moduli predisposti da ritirare presso l’Ufficio Servizi Sociali e per la verifica del requisito economico è necessario consegnare all’Assistente Sociale l’attestazione ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente), rilasciato dai CAF (Centri di Assistenza Fiscale) territoriali.
La verifica del livello di non autosufficienza della persona richiedente viene effettuata a domicilio dall’Assistente Sociale e dal Medico di famiglia.

CONTRIBUTI PER ELIMINAZIONE BARRIERE ARHITETTONICHE
Trattasi di contributi statali e Regionali riconosciuti attraverso il Comune per la realizzazione di opere finalizzate al superamento ed alla eliminazione di barriere architettoniche in edifici privati.
Possono essere concessi in proporzione ai lavori da realizzare secondo le disposizioni statali (L. 13/89) oppure fino ad un massimo del 50% della spesa sostenuta secondo le disposizioni regionali (L.R. 16/2007)
MODALITA’ DI ACCESSO
Possono inoltrare domanda i soggetti con disabilità motoria certificata o loro tutori. Deve essere allegata la certificazione attestante la disabilità del richiedente e l’indicazione analitica dell’opera da eseguire.

CONTIBUTI ECONOMICI DI INTEGRAZIONE AL MINIMO VITALE E CONTRIBUTI STRAORDINARI
Gli interventi di minimo vitale sono interventi di carattere temporaneo o continuativo, rivolti a persone sole o nuclei familiari che per varie cause sono sprovvisti di reddito sufficiente al soddisfacimento dei bisogni vitali. Il contributo economico straordinario invece è rivolto a soggetti che si trovano in situazione di disagio economico contingente o temporaneo.
Il Regolamento dei servizi socio-assistenziali stabilisce i criteri d’accesso e i motivi di esclusione.
MODALITA’ DI ACCESSO
La domanda va inoltrata ai Sevizi Sociali su appositi moduli prestampati, allegando tutta la documentazione necessaria ad evidenziare il disagio economico (busta paga, ricevuta affitto,attestazione ISEE,…). La situazione viene quindi esaminata dall’Assistente Sociale, che a seguito di colloqui e/o visite domiciliari propone alla Commissione Assistenza di valutare l’entità e la durata del contributo.

CONTRIBUTI REGIONALI PER L’AFFITTO
Trattasi di contributi economici assegnati dalla Regione del Veneto tramite i Comuni, ai nuclei familiari che occupano un alloggio in locazione (purché non si tratti di alloggi di edilizia residenziale pubblica). Il contributo spetta ai soggetti i cui redditi, in base all’attestazione ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente), non superino i limiti fissati annualmente dalla Regione ed è erogato in proporzione all’affitto pagato.
MODALITA’ DI ACCESSO
La domanda va presentata all’Ufficio Servizi Sociali su modello prestampato entro la data fissata nel bando di concorso, che annualmente viene pubblicato secondo le disposizioni regionali.
vedi sito Regione Veneto

BORSE DI STUDIO
Sono contributi che la Regione del Veneto concede, tramite il Comune, alle famiglie con redditi inferiori alle soglie fissate annualmente dalla Regione stessa.
Il contributo “borsa di studio” è finalizzato a sostenere i genitori nelle spese effettuate per l’istruzione dei propri figli (spese di frequenza scolastica, trasporto pubblico, mensa e sussidi scolastici). Il reddito è calcolato mediante attestazione ISEE (Indicatore della Situazione Economica), rilasciata dai CAF.
MODALITA’ DI ACCESSO
La domanda va presentata all’Ufficio Servizi Sociali su modello prestampato entro la data fissata nel bando di concorso, che annualmente viene pubblicato secondo le disposizioni regionali.
vedi sito Regione Veneto

LIBRI DI TESTO
Sono contributi che la Regione del Veneto concede, tramite il Comune, alle famiglie con redditi inferiori alle soglie fissate annualmente dalla Regione stessa.
Il contributo “libri di testo” è finalizzato a sostenere i genitori nelle spese relative all’acquisto dei libri di testo indicati dalle Scuole nell’ambito dei programmi di studio stabiliti. Il reddito è calcolato mediante attestazione ISEE (Indicatore della Situazione Economica), rilasciata dai CAF (Centri di Assistenza Fiscale).
MODALITA’ DI ACCESSO
La domanda va presentata all’Ufficio Servizi Sociali su modello prestampato entro la data fissata nel bando di concorso regionale, che annualmente viene pubblicato secondo le disposizioni regionali.
vedi sito Regione Veneto